SFREEDO – ULTIMA CHANCE ALLO SPRECO

Ricordo le nottate a bordo piscina, mentre i nani dormivano, a parlare dei nostri progetti con un bottiglione di Limoncello da 2 litri e le sigarette sempre pronte sul lettino. Ricordo l’entusiasmo con cui mi raccontavi le tue idee e lo sguardo allibito di alcuni che ti ritenevano un folle. La tua vita già incasellata, pezzo per pezzo, in uno schema fisso fatto di famiglia, due bambini piccoli, un lavoro stabile, spostamenti lunghi da pendolare.
Dove avresti mai trovato il tempo per una simile follia?
La scintilla nei tuoi occhi dava le risposte ad ogni dubbio. Quella scintilla ha acceso fin da subito la mia miccia interiore…quella miccia che mi tiene sveglia giorno e notte se decido di portare a termine una cosa che mi sta a cuore, quella scintilla che annulla il sonno e la fame…ho capito. Si, io ti ho capito. E ci ho creduto, anche se non immaginavo che saresti stato in grado di creare tutto questo.
Complimenti a te, alla tua determinazione, alle tue competenze, alla tua voglia di farcela.

sfreedo

SFREEDO è una Startup, operante nel food, che ha lo scopo di eliminare gli sprechi di cibo lungo tutta la filiera del settore food. Ciò che ogni cittadino si aspetta che diventi una regola.
Tramite un sito web ed un’app Sfreedo (per iOS e Android), mette in contatto diretto ed in tempo reale, ogni tipo di esercente food con i propri clienti, consentendo così, a prezzi fortemente ribassati, la vendita di prodotti alimentari, con scadenza a breve termine, ancora perfettamente commestibili. Ci si può iscrivere in qualità di esercenti o in qualità di consumatori: entrambi sono, in ogni caso, “utenti”.
Ciascun esercente iscritto potrà pubblicare, tramite l’app, annunci che avranno, come oggetto, prodotti in scadenza scontati almeno del 30% rispetto al prezzo pieno.
Inoltre, utilizzando Sfreedo l’esercente riesce a recuperare il 40% del capitale investito e che rischia di essere perso. Il restante 60% deve comunque essere buttato via, portato a casa o, nel migliore dei casi, donato a qualcuno. In parecchi però hanno la difficoltà di rintracciare persone che, con regolarità, vadano a prendere gli alimenti. Nasce così la SFREEDO BAG

SFREEDO BAGCome funziona la Sfreedo Bag?
L’esercente, dopo la chiusura del negozio:

  • lascia, fuori dallo stesso, uno o più sacchetti contenenti i prodotti che gli sono rimasti e che devono essere consumati a brevissimo termine (circa 1 kg per Sfreedo Bag);
  •  tramite l’app scatta una foto ed inserisce il numero di Sfreedo Bag disponibili;
  •  invia l’annuncio a Sfreedo che, in tempo reale, lo inoltra a tutti i consumatori iscritti, che hanno scelto di averne notizia per la zona in cui si trovano;
  • la Sfreedo Bag viene ritirata gratuitamente ed anonimamente da chiunque decida di appropriarsene.

Insomma, un progetto pazzesco, che ha portato risultati incredibili sin da subito:

  • 1° mese di test: Gli esercenti hanno recuperato, in totale, circa € 800,00 ed hanno salvato oltre 100 kg di cibo che sarebbero stati destinati al macero.
  • 7° mese di test: Gli esercenti hanno recuperato, in totale, circa € 4600,00 ed hanno salvato circa 2 tonnellate di buon cibo, altrimenti destinato al macero.

In attesa che sia pronta la Applicazione per Ios e Android, basta iscriversi a TELEGRAM cercando @Sfreedo
o iscriversi alle pagine facebook.

sito: www.sfreedo.com
facebook: Sfreedo – Ultima chance allo spreco
facebook: SFREEDO LIVE
facebook: Sfreedo Annunci


SFREEDO TELEGRAM

Un gigantesco in bocca al lupo a te, amico mio.
Ti auguro di estendere il tuo progetto in tutta Italia e che abbia il successo che ha avuto qui da noi!
Intanto #noiusiamosfreedo #noiamiamosfreedo

dal web, nuove avventure, SFREEDO

Informazioni su finalmentemamma

"Finalmentemamma" é stato scelto perché, dopo oltre 2 anni di tentativi falliti, quel pomeriggio, durante la partita dell'Italia, il test di gravidanza segnó un bel calcio di rigore nella mia vita. Alessandro é nato a dicembre del 2010. Poi, come spesso accade, da che temevo di non poter avere figli, mi sono ritrovata due volte Mamma, nel giro di soli due anni e mezzo. Federico é nato a maggio 2013. Fino a qualche anno fa ero un architetto e un grafico pubblicitario, poi la gioia infinita della nascita dei miei figli mi ha spinto a dedicarmi a loro in modo totalizzante ed ho scelto di chiudere lo studio per lavorare da casa, in nome di una maternità che sentivo di voler vivere al 100x100. Ecco, quello é stato l'istante esatto in cui, involontariamente, ho seppellito la mia laurea e mi sono lasciata fagocitare dai miei nani 24h/24 senza soluzione di continuità. Oggi che i bambini frequentano l'asilo, svanito ormai nel nulla il sogno di fare l'architetto, mi ritrovo a selezionare annunci lavorativi di qualsiasi tipo sui vari motori di ricerca e a reinventarmi ciclicamente in lavori improbabili e poco adatti a me. In tutti questi anni, ho canalizzato il mio bisogno di creatività e progettualità sfogandomi sulla nostra casa, infatti ci ritroviamo, spesso e volentieri, a vivere in un cantiere, circondati da operai, polvere e calcinacci. Tutti pensano che siamo matti, ma per noi la gioia del risultato finale supera di gran lunga il disagio di vivere per qualche settimana nel caos più totale. Mio marito é un artista, con tutti i pro ed i contro che questo comporta...abbiamo due meravigliosi figli e due splendidi gatti neri. Sono eclettica, creativa, ottimista, amo i libri, i vinili, la notte, la luna, gli animali. Questo blog nasce nel 2007, durante i preparativi del nostro matrimonio lampo, organizzato e celebrato in 2 mesi e 5 giorni, ed ha cambiato nome nel 2010 quando ho scoperto di essere incinta. Questo é la sintesi della mia vita attuale. Per saperne di più non ti resta che curiosare sul mio blog!

Precedente COURTNEY LOVE COME NUORA? Successivo

3 thoughts on “SFREEDO – ULTIMA CHANCE ALLO SPRECO

  1. Tu mi fai commuovere!
    Grazie per il meraviglioso articolo. Spiega molto bene e in breve cos’è Sfreedo!

    C’è qualche persona iscritta in Sfreedo che ti segue nel blog?

    • finalmentemamma il said:

      Non lo so…ma molte mie amiche nella vita (e quindi su fb) seguono sfreedo

  2. Trovo solo ora per risponderti “ammodo”.
    Le giornate sono dense di impegni incasellati (come dici tu) alla perfezione e non è assolutamente semplice portare avanti un progetto che richieda attenzioni e dedizione al cliente.
    Nel caso di Sfreedo i clienti non sono solo quelli paganti, ma soprattutto quelli non paganti…ovvero i consumatori.

    Con loro c’è un feeling che non avevo assolutamente previsto!
    Mi contattano personalmente su Fb o con Telegram e mi danno consigli, vogliono chiarimenti sul servizio, mi chiedono l’elenco aggiornato degli esercenti che appoggiano Sfreedo…ma soprattutto e semplicemente sposano la causa, anche se non hanno mai acquistato un prodotto Sfreedo.

    Aldilà delle 2 tonnellate di cibo salvato, quel che mi ha ripagato di tanta fatica (e non abbiamo ancora iniziato…) è stato il commento di Katia M. ad un post su fb pubblicato pochi giorni fa: “Siamo una squadra fortissima!”

I commenti sono chiusi.